Marcello, Come here!

Marcello, vieni fuori!

Nella foto, uno degli agenti dei servizi segreti libanesi che hanno accolto il signor Dell’Utri  all’uscita della sua camera d’albergo a Beirut.

Linux kernel 3.14 + BFQ + Linux PHC support x86_64 for Ubuntu 13.10 (Intel Core 2 and newer optimized)

Ho compilato la versione 3.14 del kernel linux su ubuntu 13.10 usando BFQ come I/O scheduler. Inoltre, la configurazione consente di utilizzare le patch Linux PHC per l’undervolt del processore (potete usare il pacchetto phc-intel presente qui e questa guida)

Ho configurato il kernel cercando di eliminare tutto ciò che riguarda grandi server, protocolli in disuso o poco utilizzati e driver di dispositivi poco diffusi e con usi particolari.

Nota Bene: il seguente kernel è stato compilato ottimizzandolo per Intel core 2 e successivi (io ho un notebook con Centrino2), quindi se avete notebook basati su altri tipi di architettura, non è per voi.

English:

I have compiled latest linux kernel source code (3.14) on Ubuntu 13.10 x86_64 following this guide  adding BFQ. I have added support for Linux PHC patchset for undervolt cpu(download here)

N.B: This kernel is optimized for Intel Core 2 and newer. Doesn’t work for other CPU architectures.

https://app.box.com/s/bg4ogh43ymfzo9uq5b3q

Reinventing the feet

Sono passato dalle scarpe “normali” a queste

vibram-fivefingers-komodo-sporte ora mi devo abituare alla nuova calzatura.

Linux kernel 3.13 + BFQ + Linux PHC support x86_64 for Ubuntu 13.10 (Intel Core 2 and newer optimized)

Ho compilato la versione 3.13 del kernel linux su ubuntu 13.10 usando BFQ come I/O scheduler. Inoltre, la configurazione consente di utilizzare le patch Linux PHC per l’undervolt del processore (potete usare il pacchetto phc-intel presente nell’archivio .7z e questa guida)

Ho configurato il kernel cercando di eliminare tutto ciò che riguarda grandi server, protocolli in disuso o poco utilizzati e driver di dispositivi poco diffusi e con usi particolari.

Nota Bene: il seguente kernel è stato compilato ottimizzandolo per Intel core 2 e successivi (io ho un notebook con Centrino2), quindi se avete altri tipi di architettura, non è adatto a voi.

English:

I have compiled latest linux kernel source code (3.13) on Ubuntu 13.10 x86_64 following this guide  adding BFQ. I have added support for Linux PHC patchset for undervolt cpu

N.B: This kernel is optimized for Intel Core 2 and newer. Doesn’t work for other CPU architectures.

https://app.box.com/s/6jmfnpseu7e4jybfc5s0

Santa Claus is coming to pawn

Quest’anno di letterina di natale non se ne parla proprio perchè devo ridurre l’usura dei tasti della tastiera.

Vi lascio con questa immagine esplicativa (ed esplicita) del momento.

Italiani in mutande, Babbo senza

ChristianTroy did it again (Cyanogenmod 11 per AML8726-MX based tablet)

ChristianTroy ha iniziato il porting della CyanogenMod 11 (basata su android 4.4.1/4.4.2 kitkat) per i tablet basati su chipset AML8726MX Ainol e Zenithink.

La rom è molto stabile, nonostante i lavori sulla cyanogenmod rom siano solo all’inizio.

Il problema maggiore al momento è la visualizzazione dei video: la visione funziona solo sul player di default e i video embedded nelle apps non funzionano.

Rispetto alla CM 10.2 si nota un effetto “più fastidioso” quando si cambia orientamento al tablet: se prima lo schermo diventava nero per pochissimo tempo, ora si vede quadrettato per il tempo della rotazione. Questo è dovuto ad imcompatibilità con le mali lib: la ainol ha interrotto il supporto con android 4.2.2 e come si sa, non esiste documentazione o un driver open (si veda il progetto Lima per lo sviluppo di un driver open da reverse engineering).

Qui il thread per il download.

Installare Miui per Sony Xperia V LT25i

In questo periodo sto usando un port della MIUI sul mio Xperia V.

MIUI è un fork di android altamente modificato, il cui sviluppo è gestito dalla Xiaomi, azienda cinese che produce anche una linea di smartphone equipaggiati con questo sistema e nell’ultimo periodo diventata famosa per aver strappato Hugo Barra a Google.

Nonostante il sistema non sia open (android ha una essenzialmente una licenza di tipo BSD che consente di non divulgare il codice delle modifiche), una vasta comunità si impegna nel port di questo firmware su vari dispositivi.

Rimmer1966 ha effettuato il port per Xperia T LT30p della miui v5.

Xperia T e Xperia V hanno una base hardware pressochè uguale: le uniche differenze sono le dimensioni dello schermo e il supporto LTE da parte del V.

Quindi per poter utilizzare la rom occorre una patch scaricabile qui.(grazie a tangjun269)

I passi da seguire sono i seguenti.

  1. Scaricare l’ultima versione della rom da qui.
  2. Aprire l’archivio (non occorre scompattarlo) e cancellare il file boot.img.
  3. spostare gli archivi della rom e e della patch sul dispositivo.
  4. Avviare il dispositivo in recovery (Il dispositivo deve essere già rootato e con recovery installata, non occorre lo sblocco del bootloader)
  5. Effettuare un Factory/data reset
  6. Flash della rom
  7. Flash della patch
  8. Riavvio

Rispondete secondo le vostre esigenze alle domande che vi postera l’installer all’avvio e iniziate a scoprire questo nuovo firmware per il vostro smartphone.