Linux kernel 3.4.4 + Kolivas patches x86 on Ubuntu 12.04 (Desktop AMD Athlon/K7/Duron optimized)

Ho compilato la versione 3.4.4 del kernel linux su ubuntu 12.04 seguendo questa guida e aggiungendo le patch di Con Kolivas ck2.

Nota Bene: il seguente kernel è stato compilato ottimizzandolo per desktop con AMD Athlon/K7/Duron, quindi se avete altri tipi di architettura, non è per voi.

English:

I have compiled latest linux kernel source code (3.4.4) on Ubuntu 12.04 x86 following this guide (3.4.4 instead of 3.3.1) adding Kolivas patchset.

N.B: This kernel is optimized for desktop with AMD Athlon/K7/Duron. Doesn’t work for other CPU architectures.

http://www.mediafire.com/file/0i660uknyjn7kgg/linux-headers-3.4.4-030404-athlon_3.4.4-030404.201206221555_i386.deb

http://www.mediafire.com/file/1p418nm7a3wolc1/linux-headers-3.4.4-030404_3.4.4-030404.201206221555_all.deb

http://www.mediafire.com/file/92n3amkgzuccw8v/linux-image-3.4.4-030404-athlon_3.4.4-030404.201206221555_i386.deb

The heat is on

Il mio vecchio Acer Aspire 1511 continua a spegnersi dopo pochi minuti, nonostante abbia pulito dissipatore, ventole e sostituito la pasta della cpu.

Il problema riguarda la temperatura, ma non riesco a capire da dove possa essersi originato (anche perchè devo dire che gli ingegneri alla Acer hanno fatto un gran bel lavoro di merda: per pulire la ventola o sotituire il disco devi smontare l’intero computer e la cosa è di una rottura di zebedei marzulliana che non vi dico).

Se volete, potete avanzare i vostri suggerimenti.

P.S: qualcuno sa per caso dove si trovano i sensori della temperatura?

OpenSolaris 2008.05 Indiana

Tempo fa ho ricevuto, tramite un servizio praticamente uguale a ShipIt di Ubuntu, il LiveCd di OpenSolaris 2008.05, meglio conosciuto come Progetto Indiana.

Il Progetto Indiana, guidato da Ian Murdock, uno dei fondatori del progetto Debian, ha come scopo quello di rendere OpenSolaris un sistema ideale anche per il desktop.

Ma, stando alle mie impressioni, la strada è ancora lunga.

Il problema più evidente ( ma anche quello più prevedibile) è il supporto hardware un pò limitato: funzionano discretamente bene i processori AMD serie athlon64/Opteron ( la Sun commercializza(va) workstation con questa cpu), mentre per le altre piattaforme, soprattutto quelle in uso sui portatili, ci sono problemi nel riconoscimento delle politiche per il risparmio energetico. Da questo punto di vista, una mancanza secondo me “imperdonabile” è il mancato supporto per i processori SPARC prodotti dalla Sun stessa.

Altro problema è dal punto del software, o meglio dalla licenza con cui il sistema viene distribuito: la Common Development and Distribution License (CDDL) la stessa versione che adottava java prima del passaggio alla GPL, e per chi conosce la storia di questo passaggio, sa quanto la CDDL non sia ben vista.

E poi l’ubuntizzazione “forzata” (e lo dice uno che ubuntu la usa): la Sun rincorre (giustamente) il successo di ubuntu (la chiamata di Ian “papà della ubuntu-mamma” ne è forse la dimostrazione), ma il progetto sembra non avere una propria identità.E non basta l’adozione del mitico (nel senso letterale e letterario del termine) file system ZFS a dargliene.

Devo dire che la strada per creare una distribuzione Desktop-oriented di OpenSolaris la stanno percorrendo meglio è più speditamente gli altri progetti basati su OpenSolaris, soprattutto Belenix, che non il progetto Indiana. Forse la Sun avrebbe fatto meglio a dare supporto ad uno di questi due progetti già avviati, piùttosto che crearne uno da zero.

Mediacoder : un convertitore di formati

Un mio amico mi ha chiesto se conoscevo un buon programma per convertire filmati da un formato ad un’altro.

Dopo una ricerca, ho trovato questo MediaCoder.

MediaCoder è un free software ( è rilasciato sotto licenza GPL ) basato, per quanto riguarda la codifi ca/decodifica, su MEncoder, l’encoder/decoder sviluppato all’interno del progetto MPlayer e sul motore di rendering Gecko, lo stesso alla base dei prodotti Mozilla, per l’interfaccia.

Continua a leggere